Scroll to top

Il 15 aprile parte il Bosch Hockenheim History 2016 [INFO]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

15-aprile-parte-bosch-hockenheim-history-2016-info

Bosch Hockenheim History 2016, nove categorie di auto in gioco, una pista storica e tante monoposto pronte a far rombare i propri motori. Tutte le premesse per uno spettacolo “ad alta velocità” che ripercorre il mito di Jim Clark.

Si terrà dal 15 al 17 aprile 2016 la nuova edizione del “Bosch Hockenheim Historic”, gara su pista riservata alle automobili storiche, che nella passata edizione ha visto confrontarsi oltre 500 partecipanti, suddivisi in 12 categorie. Anche quella di quest’anno si preannuncia come un viaggio unico attraverso decadi di storia dello sport su quattro ruote.

 E i preparativi per la nuova edizione sono ancora in pieno sviluppo, per un evento che da molti anni è uno dei più importanti nel calendario del Baden Grand Prix, che tradizionalmente apre la stagione del motorsport nel circuito di Hockenheim, e che prevede un fitto programma di gare, alle quali partecipano moltissimi top driver internazionali. Gli organizzatori, per il 2016, hanno deciso di firmare una partnership con un colosso italiano, la Pirelli, che sarà coinvolta nell’organizzazione diretta dei vari eventi collaterali, e che presenzierà come premium partner a bordo pista, lungo tutto il perimetro e nel paddock.

Il programma del Bosch Hockenheim History

Una grande varietà di automobili sportive e granturismo vintage e youngtimer (ovvero le automobili che in un futuro non troppo lontano diventeranno i pezzi pregiati da collezionismo) si sfideranno in eventi riservati a nove categorie di automobili, per fornire a tutti gli spettatori un evento completo e adatto a soddisfare i gusti dei più. Le vetture si esibiranno anche in quattro corse dimostrative top-level, di alto livello, insomma, per non far mancare proprio nulla, dalla competizione all’adrenalina.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/03/restauro-auto-d-epoca-corato-alonso-specializzato-porsche.gif’ attachment=’15110′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3392′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Una delle maggiori attrazioni, come per le precedenti edizioni, sarà il “FIA Lurani Trophy”, sempre in grado di dar vita a duelli eccitanti nelle edizioni passate. L’origine di questa “serie” risale al 1958, quando Count Johnny Lurani lanciò una nuova categoria di automobili d’epoca di giovane generazione per i piloti italiani a Monza. Un’idea che centrò nel segno e che divenne ben presto internazionale. A trionfare in competizioni di questo tipo, proprio ad Hockenheim, furono Jim Clark, Mike Spence e Peter Arundell, indimenticabili stelle dell’automobilismo mondiale.

Grande attesa ci sarà poi per le più veloci monoposto da competizione che hanno gareggiato nei circuiti più noti a livello mondiale negli anni ’80 e ’90. A contendersi la vittoria in quello che è stato ribattezzato il Boss GP – uno degli eventi di punta della manifestazione – saranno vetture provenienti dalla Formula 1, con Arrows, Benetton e Jaguar che se la giocheranno con le Indy Car e altre monoposto provenienti dalla GP2 e dalle World Series.
[/av_textblock] [av_gallery ids=’15246,15248,15249,15250,15251′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’5′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’] [av_textblock size=” font_color=” color=”] L’evento nell’evento dedicato ai fan

Il Bosch Hockenheim Historic 2016 non vuole accogliere i visitatori solo per le gare su pista o per gli eventi collaterali che riguardano da vicino le automobili, ma anche per tutte le iniziative dedicate alla memoria di uno dei primi piloti di Formula 1 scozzesi, Jim Clark. Ci saranno anche zone riservate ai club, sessioni di autografi con i top driver che parteciperanno all’evento e delle esibizioni speciali per rivivere le magnifiche atmosfere delle decadi passate (a bordo pista, naturalmente).

 Tutti i visitatori, poi, potranno entrare vestendosi come si era soliti fare negli anni d’oro, ovvero gli anni ’20, oppure secondo la moda e lo stile più pronunciato del 1960. Per entrare più nel vivo dell’evento, sarà organizzato anche un piccolo contest, dal regolamento molto semplice. I visitatori che decideranno di partecipare in costume potranno scattarsi una foto in una sezione specifica ed appositamente dedicata del paddock: tutte le foto saranno caricate nella pagina Facebook ufficiale dell’evento e la fotografia migliore sarà scelta proprio dagli internauti, che permetteranno al fortunato vincitore di vincere i biglietti per il Bosch Hockenheim Historic del 2017, con tanto di esclusivo accesso all’area VIP.

Biglietti d’ingresso al circuito

Per tutti coloro che volessero partecipare in qualità di spettatori privilegiati all’evento, le tariffe variano a seconda della giornata di gara prescelta. Il biglietto per l’ingresso al circuito venerdì 15 aprile è di 10 euro, mentre ammonta a 25 euro se acquistato in anticipo, o 27 se acquistato il giorno stesso, per il sabato e la domenica. È possibile anche fruire di un pacchetto sconto: 35 euro – pagati in anticipo – per accedere a tutte e tre le giornate, che incrementano fino a 37 euro se acquistati fuori dal circuito,  il primo giorno.
[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit &  Source News & Text: © Hockenheim-Ring GmbH | Gianluca Anoè
[/av_textblock]

Please follow and like us:
41
8
11
7
21
5
12

Related posts

Post a Comment