Scroll to top

Cosa fare in caso di furto dell’auto

Cosa fare in caso di furto dell'auto

I furti d’auto sono sempre più numerosi ma come dobbiamo comportarci? Cosa fare in caso di furto dell’auto?

L’automobile è un bene prezioso, sul quale le persone investono tanto per avere quella comodità quasi necessaria per recarsi ogni mattina al lavoro, accompagnare i figli a scuola o farsi una breve vacanza estiva. Purtroppo, 120mila italiani ogni anno, si svegliano la mattina convinti di trovare la propria vettura nel posto auto sotto casa e… non c’è!

Cosa fare in questo caso? Come dobbiamo comportarci in caso di furto dell’auto? Nonostante la più che giustificata arrabbiatura, è bene non perdere il controllo della situazione e seguire la prassi.

Assicurarsi che sia stata realmente rubata

Può capitare magari di aver messo male la macchina, di averla dimenticata in un posto dove non poteva stare… la mattina voi non la trovate e pensate che è stata rubata. In realtà i Vigili Urbani l’hanno fatta rimuovere e adesso si trova al deposito. Dovrete pagare la multa certo, ma sempre meglio di scoprire che qualcuno si è portato via l’auto… Prima di partire con la denuncia quindi, fate una telefonata ai Vigili Urbani della vostra città. Se non si trova da loro, vuol dire che dovete procedere come vi spieghiamo adesso.

Denunciate il furto

Recatevi al commissariato della Polizia o comando dei Carabinieri più vicino per esporre la denuncia per il furto dell’auto. E’ la primissima cosa che dovete fare quando scoprite il fatto. Non aspettate perché ogni minuto è prezioso e soprattutto, il veicolo potrebbe essere utilizzato da qualche malvivente per azioni ben poco lecite.

Ricordatevi che i comandi dei Carabinieri sono aperti anche di sera e il fine settimana. Quando vi recate a fare la denuncia un incaricato trascriverà la dichiarazione. Dovrete segnalare in quale circostanza è avvenuto, qual è la data e l’ora presunta del furto. Importantissimi i dati per identificare il veicolo, quali il modello, la marca e la targa. Segnalate al momento della denuncia se vi erano oggetti di valore, Carta di Circolazione e Certificato di Proprietà all’interno dell’auto.

Avvertire la Compagnia Assicurativa

Potete contattarla attraverso il numero verde, rivolgendovi direttamente al broker oppure, inviando raccomandata con la ricevuta di ritorno. Ricordatevi di allegare copia della denuncia. Fate la comunicazione in modo tempestivo, entro tre giorni dal furto dell’auto. Anche se non avete protetto la vostra auto da furto e incendio, la compagnia deve sempre essere avvertita. La compagnia assicurativa solitamente chiede: fotocopia della denuncia, il certificato di proprietà e le chiavi del mezzo.

In caso di furto dell’auto, se avevate invece stipulato delle polizze accessorie come appunto la clausola furto, potrete ottenere un risarcimento in percentuale, la quale è calcolata in base alle tariffe ufficiali. Il prezzo viene decurtato ogni anno. Ricordatevi che non otterrete mai l’indennizzo sul costo del veicolo come se fosse nuovo, almeno che il furto non è avvenuto entro i primi sei mesi. Per avviare la pratica di liquidazione dovrete comunque portare il certificato di chiusura inchiesta. Viene rilasciato dalla Procura e attesta che non è avvenuto il ritrovamento del mezzo.

Il furto dell’auto comporta anche la sospensione del pagamento del premio assicurativo. Anzi, riceverete il rimborso per il tempo rimanente dell’ Rc Auto, durante il quale però non usufruirete dell’auto. Approfondiremo meglio tra poco cosa viene rimborsato dalle compagnie assicurative.

Perdita di possesso

Andate all’ACI – PRA e richiedete l’annotazione che dichiara la perdita di possesso. Sospenderete così il pagamento della tassa automobilistica. Dovete presentare la Carta di Circolazione insieme al Certificato di Proprietà. Qualora fossero stati rubati con il veicolo, portate con voi il modello NP3C.

In caso di ritrovamento, come mi comporto?

Non è facile ma in alcuni casi il furto dell’auto si conclude positivamente per il proprietario che riuscirà a tornare in possesso dell’amata vettura anche grazie alle famose black box e gli antifurti satellitari. Se entro 40 giorni dal furto il veicolo viene ritrovato, dovrà essere richiesto il “rientro in possesso”.

Dovrà essere consegnato al PRA la dichiarazione sostitutiva di notorietà, la quale specifica come è avvenuto in rientro in possesso del mezzo. Dovrà poi essere consegnato anche il certificato di perdita di possesso e il provvedimento rilasciato dalle autorità che permette la riconsegna del veicolo. Tale documento poi, dovrà essere dato anche alla compagnia assicurativa così da rendere regolare la situazione assicurativa. Se viene trovata prima del pagamento dell’indennizzo, verrà calcolato in base ai danni subiti dall’auto. Se invece è già stato pagato potete scegliere di restituire il denaro oppure, cedere alla compagnia la vettura.

Cosa viene rimborsato dalla Compagnia assicurativa in caso di furto dell’auto?

Non solo in caso di furto, ma anche quando si parla di esportazione, vendita, contro-vendita e demolizione la compagnia assicurativa deve rimborsare. Come recita l’art 1896 del Codice Civile: “Il contratto assicurativo si scioglie  se il rischio cessa di esistere dopo la conclusione del contratto stesso , ma l’assicuratore ha diritto al pagamento dei premi finché la cessazione del rischio non gli sia comunicata o non venga altrimenti a sua conoscenza”

In uno dei casi sopra citati, l’assicurazione deve rimborsare al proprio cliente quella parte di premio non usufruita. Qualora invece volete trasferire la copertura su un nuovo veicolo sempre a voi intestato, è una soluzione alternativa da prendere in considerazione.E’ invece escluso dal rimborso in caso di furto o rapina la copertura che riguardava appunto il Furto. Dovranno essere saldate anche le rate non corrisposte. In caso invece di demolizione, vendita, contro vendita e esportazione, il contributo al SSN e le tasse non saranno rimborsate. Dovrete restituire anche il contrassegno, il certificato e la Carta Verde se in vostro possesso.

Photo credit: Envato | Text: Claudia Lemmi

Related posts

Post a Comment