Scroll to top

FIAT 8V : La berlinetta Sportiva dagli 8 cilindri a V

fiat-8v-la-berlinetta-sportiva-dagli-8-cilindri-a-v

La storia della Fiat 8V nasce da lontano, quando nel 1947 l’allora Presidente della Fiat, decide con il suo Team di realizzare un’auto rivolta al mercato americano: nasce, quindi, il “Progetto 106” con un prototipo realizzato da Pinin Farina,

che però non fu apprezzato e quindi archiviato. Abbandonato di conseguenza il motore 8V, se pur ultimato, venne privilegiata la produzione della più abbordabile “1400”.

[av_gallery ids=’10517,10519,10528,10521′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’4′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’]

Nel 1950, però, la Fiat decide di mettere in produzione una berlinetta sportiva  e  fu affidata la realizzazione del progetto alla SIATA, che rispolverò il motore 8V da 1996cc, 105cv, 5600giri/min, 2 carburatori doppio corpo Weber 36DCZ 3, 2 valvole in testa per cilindro, una candela per cilindro alimentata da uno spinterogeno Marelli, abbandonato qualche anno prima. Per rendere più “cattivo” il motore 8V, venne modificato l’albero a camme e montate le sospensioni della “1100” anche al retrotreno, in modo che le stesse fossero a 4 ruote indipendenti, mentre la linea fu realizzata dall’Ing. Rapi, che già era noto per l’Isotta Fraschini 8C Monterosa.

[av_gallery ids=’10520,10530,10534,10536′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’4′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’]

La Fiat 8V venne presentata al Salone dell’Automobile di Parigi nel 1952 con scarsissimo successo di pubblico, perché il prezzo appariva alto e la clientela possibile era più disposta ad apprezzare le auto sportive di marchi più prestigiosi, per cui l’operazione Fiat 8V berlinetta sportiva, che doveva rilanciare la linea sportiva della Fiat, fu un vero fallimento, tanto che furono venduti a vari carrozzieri i pezzi di telaio e di motore rimasti.

Nel 1954 la Fiat ci riprova e produce la 2 serie della Fiat 8V in carrozzeria di vetroresina e motore da 115cv, 1999 cc, capace di raggiungere i 200km/h, ma anche il rilancio non ha fortuna e la produzione viene inesorabilmente chiusa per sempre.

[av_gallery ids=’10525,10526,10527,10529′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’4′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’]

Le Fiat 8V originali sono rarissime, ma se si ha l’occasione di vederne una da vicino, ci si accorge di avere accanto un coupé  sportivo molto bello, dalla linea aerodinamica, munita di una fanaleria anteriore molto particolare ed elegante, costruita sulle linee rotondeggianti dei parafanghi ed un retro dallo sguardo altero, come volesse tenere le distanze da ogni avversaria: un’auto che non passa inosservata !

Purtroppo negli anni ’50 molte erano le berlinette sportive di pregio e prestigio e la Fiat 8V, un po’ vittima di pregiudizi, ne ha pagato il prezzo!

Alla “Mille Miglia” del 2012, John Elkann e la moglie parteciparono con un esemplare unico Fiat 8V 2 serie in vetroresina del 1954, rendendo onore a questo coupé sportivo meraviglioso, dalla linea elegante e dal cuore impavido.

[av_gallery ids=’10532,10522,10523,10524′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’4′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’]

I telai ceduti, come abbiamo accennato, raggiunsero  mani sapienti in carrozzerie come Vignale, Ghia, Bertone, Balbo, Pini Farina, Zagato, le quali costruirono modelli speciali e spesso unici , in varie versioni, come la “Supersonic” di Ghia, la “Demon Rouge” di Vignale e la “Siata 208 Sport” di Bertone.

La Zagato rilevò le ultime 25 Fiat 8V 2 serie rimaste e ne fece la versione speciale più apprezzata chiamata “8V Elaborata Zagato” che ebbe non solo successo ma che nel 1955, pilotata da Elio Zagato, al Gran Premio di Berlino, vinse  sulle Porsche , compiendo anche il miglior giro a 173 km/h di media, pertanto rimane nella storia come l’unico modello sportivo vincente nelle competizioni pur non essendo stato in produzione.

[av_gallery ids=’10527,10531,10533,10535′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’4′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’]

 Stupenda auto la Fiat 8V….. guardatela in foto e diteci se non è vero!

[av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2015/04/fiat-8v-la-berlinetta-sportiva-dagli-8-cilindri-a-v-corato-alonso-img-21.jpg’ attachment=’10537′ attachment_size=’full’ align=’center’ animation=’no-animation’ styling=” hover=” link=” target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’][/av_image]

Amici, leggete le nostre prossime news … vi renderemo sempre più spettacolare e vicino il mondo delle auto d’epoca!

Photo credit: Rosita Corato

Testo di: Luciana Zaccaria

Related posts

Post a Comment