Scroll to top

Gran Premio Terre di Canossa, al via la 6^ edizione

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

gran-premio-terre-di-canossa-via-6-edizione

Dal 14 al 17 aprile partirà l’attesissima gara di 600 chilometri, il Gran Premio Terre di Canossa 2016 , gara riservata all’esclusività per 100 auto d’epoca di prestigio nate tra il 1919 e il 1976.

Si terrà dal 14 al 17 aprile la sesta edizione del Gran Premio Terre di Canossa, una gara che solcherà le millenarie strade di Matilde di Canossa, regina d’Italia nel 12esimo secolo, tra Emilia Romagna, Liguria e Toscana. Una gara di regolarità classica che si trasformerà in un vero e proprio viaggio enogastronomico, tra le ricette della tradizione italiana e le creazione di chef stellati. Ma sarà anche l’occasione di immergersi in splendidi panorami e paesaggi, dalla Cinque Terre alla Versilia, passando per città d’arte come Lucca e Pisa, approcciando castelli medievali e salutando splendidi borghi spersi tra le dolci colline.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/01/vuoi-restaurare-la-tua-auto-d-epoca-richiedi-preventivo-3.jpg’ attachment=’14302′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,4097′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Gran Premio di Canossa 2016, le caratteristiche

Ma ciò che resta, è che la competizione più sana è ciò che terrà incollati sugli “spalti” gli appassionati, e che genererà la battaglia sportiva tra gli equipaggi che parteciperanno al Gran Premio.  Saranno più di 75 le prove a cronometro, 2, invece, quelle di media. Il tutto in un percorso della lunghezza di 600 chilometri, che sarà approcciato da vetture storiche fabbricate dal 1919 al 1976. In quest’edizione, così come le passate, ci sarà spazio anche per una classifica speciale, ovvero quella riservata esclusivamente alle automobili costruite nel periodo precedente la seconda guerra mondiale, che si contenderanno la Pre-War Cup. Saranno tre giorni da vivere a pieno, a cui potranno prendere parte solo 100 equipaggi, per permettere una migliore riuscita dell’evento – come hanno spiegato gli organizzatori.

Il programma

Un programma ben articolato quella della sesta edizione del Gran Premio di Canossa, pensato sia per rendere avvincente la gara, sia per renderla piacevole. Un perfetto mix tanto per gli equipaggi in gara, quanto per gli appassionati di regolarità storica e per i semplici curiosi. Giovedì 14 aprile sarà giornata dedicata ad accredito e briefing, nonché alla serata di gala di presentazione dell’evento. Venerdì 15, invece, ci sarà la partenza della prima tappa da Parma e l’avvincente percorso attraverso Appennini, Cinque Terre e Golfo di La Spezia.

 Sabato 16 aprile sarà invece la volta della seconda tappa, con la partenza dalla splendida location di Forte dei Marmi, e il transito attraverso le città d’arte e cultura: Lucca, Pisa, Viareggio e Pietrasanta. La terza e ultima tappa partirà sempre da Forte dei Marmi, il 17 aprile, a cui seguirà un percorso attraverso le Alpi Apuane e gli Appennini, con l’arrivo finale a Reggio Emilia, in piazza del Duomo. Nell’occasione saranno presentate le automobili al pubblico, con la conseguente cerimonia di premiazione nella splendida Sala del Tricolore.
[/av_textblock] [av_gallery ids=’14927,14928,14929,14930,14931′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’5′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’] [av_textblock size=” font_color=” color=”] L’iscrizione alle gare

Per poter gareggiare al Gran Premio di Canossa 2016 con la propria vettura, è necessario, prima di tutto, possedere automobili storiche di ogni marca fabbricate fino al 1976. Sono ammesse anche le Maserati e le Ferrari fino al 1985, mentre Maserati e Ferrari post 1986 sono ammesse in coda alla manifestazione, con una classifica speciale definita Auto Moderne.

È necessario poi compilare online, nel sito ufficiale dell’evento, il form di iscrizione: piuttosto lungo da compilare, ma pensato appositamente per risparmiare tempo prezioso nel giorno dell’accredito. La quota di partecipazione, entro il 28 febbraio 2016 è di 3mila euro, mentre per gli equipaggi che si iscriveranno dal 1 al 31 marzo salirà a 3300. Comprende tassa sportiva e ospitalità completa per due persone in camera doppia o matrimoniale; serate eno-gastronomiche uniche, “firmate” dai migliori chef stellati italiani, nonché pranzi sul percorso, vigilanza notturna delle vetture in gara, servizio di trasporto bagagli, assistenza stradale e parcheggio bisarche e carrelli durante tutta la manifestazione. Un pacchetto completo, insomma.
[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit &  Source News & Text: Roberto Cerruti | Gianluca Anoè
[/av_textblock]

Related posts

Post a Comment