Scroll to top

Grand Prix de Monaco Historique, al via la decima edizione

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

grand-prix-de-monaco-historique-al-via-la-decima-edizione

Torna la rievocazione di uno dei più grandi gran premi di automobilismo nella storia,il Grand Prix de Monaco Historique. Dopo un anno di assenza il Principato di Monaco tornerà a vivere le emozioni delle sfide su quattro ruote delle automobili sportive di decenni che furono. A sole due settimane dal Gran Premio di Formula 1, previsto nello stesso circuito cittadino.

Il Grand Prix de Monaco Historique celebra, nel 2016, il suo decimo anniversario, per un appuntamento diventato, nel breve, un evento imperdibile per tutti gli amanti dei motori d’epoca e per i collezionisti. Una vera e propria gara di velocità storica, che si terrà in uno scenario da sogno, il leggendario circuito di Montecarlo. Un evento unico nel suo genere, che dal 13 al 15 maggio 2016 raccoglierà ogni genere di appassionato e collezionista, piloti, spettatori e fan. Un evento di caratura mondiale.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/03/restauro-auto-d-epoca-corato-alonso-specializzato-porsche.gif’ attachment=’15110′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3392′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Il Grand Prix è organizzato sin dal 1997, e ogni due anni è programmato due settimane prima del Gran Premio di Formula 1 di Monaco. Una gara che fa da apripista allo spettacolo delle monoposto moderne, in grado di rendere onore alla disciplina sportiva di un tempo, quando le auto avevano meno cavalli e sfrecciavano a qualche chilometro orario di velocità in meno. Il Principato verrà quindi trasformato in un tempio dell’automobilismo a cielo aperto per due volte nell’arco di due settimane, quindi, celebrando 50 anni di automobilismo sulle sue strade.

Programma e automobili in gara

Per celebrare la “decima” rievocazione della storica gara, l’organizzazione ha pensato di fare le cose in grande, facendo disputare ben 8 gare, in modo da soddisfare le esigenze e i gusti di molti. Eccoli nello specifico:

  • Gara 1 – Automobili pre-Guerra
  • Gara 2 – Automobili di F1 e F2 pre-1961
  • Gara 3 – Automobili sportive dal 1952 al 1955
  • Gara 4 – Automobili Formula 1 Junior dal 1958 al 1960
  • Gara 5 – Automobili Formula 1 Grand Prix dal 1961 al 1965
  • Gara 6 – Automobili Formula 1 Grand Prix dal 1966 al 1972
  • Gara 7 – Automobili Formula 1 grand prix dal 1973 al 1976

 Numerosi saranno i top driver che si contenderanno la vittoria nella differenti categorie di gara, provenienti da tutta Europa e non solo.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/01/vuoi-restaurare-la-tua-auto-d-epoca-richiedi-preventivo-6.jpg’ attachment=’14321′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,4097′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Ma veniamo ora alle vere protagoniste, le automobili che parteciperanno alla manifestazioni. Alcuni dei bolidi in gara? Una Maserati 6CM del 1938 guidata da Urs Muller, una Aston-Martin Ulster del 1935 guidata dal britannico Adam Lindemann, una Alfa Romeo 1750 SS Zagato del 1929, vero e proprio gioiello guidato dall’italiano Marco Masini. Questo per quanto riguarda le automobili costruite prima della Seconda Guerra Mondiale. E che dire, invece, delle automobili che hanno fatto grande il circuito della Formula 1, anche nel circuito di Montecarlo? Tra le varie categorie ci saranno  delle vere e proprie pietre miliari dell’automobilismo sportivo, che hanno reso grande, nel mondo, questo sport. Una McLaren M23 del 1973 guidata dal britannico Stuart Hall, una Lotus 77 del 1976, guidata dal britannico Gregory Thornton e una Ferrari 312 B3 del 1973, guidata dal tedesco Marco Werner.

Andando un po’ indietro negli anni, segnaliamo una Lotus 18 del 1961, guidata dal britannico John Elliott, una Brabham BT7 del 1963, pilotata dal lussemburghese Marco Rollinger e una BRM P57 del 1961, guidata dallo statunitense Charles McCabe.

[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit : ©ACM_MICHAEL ALESI
[/av_textblock]

Related posts

Post a Comment