Scroll to top

“La 24 ore di Le Mans” da film a documentario

la-24-ore-di-le-mans-da-film-a-documentario

“La 24 ore di Le Mans” film del 1971 con Steve McQueen diventa oggi un documentario! “The Man & Le Mans” grazie ai pezzi inediti del film ritrovati in una soffitta parigina, diventa una delle pellicole più attese al prossimo Festival Internazionale di Berlino!

Al prossimo Festival Internazionale del Cinema di Berlino sarà presentato il film-documentario “The man & Le Mans”, che in Italia vedremo nelle sale dal 18 giugno, protagonista il grande, indimenticato ed indimenticabile Steve McQueen, attore poliedrico e spericolato di Holliwood, dalla spiccata personalità ribelle, da sempre stuntman di se stesso nelle scene più pericolose di quasi tutti i suoi film.
“The Man & Le Mans” rappresenta un’opera straordinaria capace di porre sapientemente in risalto, sia la bravura
dell’attore e del cast al seguito, sia l’esatta fotografia di una delle gare automobilistiche piu belle del mondo: Le Mans!
Un documentario esplosivo che racconta la complessa e sofferta lavorazione del film “La 24 Ore di Le Mans” del 1971 che come attore protagonista vantava il grandissimo Steve McQueen e nel quale furono girati inediti, proprio su volontà dell’ attore e riscoperti da poco in una polverosa cantina parigina.
Steve McQueen era un fanatico delle corse automobilistiche e questo suo film-live significava moltissimo per lui, perché avrebbe immortalato in modo avvincente ed indelebile, la sua grande attitudine ed abilità alla guida, per lui non sarebbe stata solo recitazione, ma anche verità e passione senza censure, vedendosi protagonista non solo di un semplice film, ma protagonista-pilota in una delle gare a tutt’oggi più dure ed avvincenti tra le corse automobilistiche: “La 24 Ore di Le Mans”!
In accordo con i produttori del film e con gli esecutivi dello stesso, Steve McQueen decise che oltre al copione, si doveva girare anche la realtà della prestigiosa gara de “La 24 Ore di Le Mans“, corsa automobilistica di grande abilità, che lo vedeva, quindi, reale protagonista e concorrente: per sei mesi Steve McQueen cambiò molta parte della sua vita, sia sul set che fuori dal set, rinunciando anche all’imminente matrimonio.
Il documentario di Charles Manson svela momenti di grande passione motoristica, adrenalina pura, grande originalità nelle riprese ed una colonna sonora davvero accattivante: la pellicola straordinariamente non risente del tanto tempo passato a dormire in un seminterrato parigino prima di essere riscoperta.
“The man & Le Mans” conduce lo spettatore dentro alla corsa e dentro alla personalità ed i pensieri del grande Steve
McQueen, ed il film “La 24 Ore di Le Mans” ha oggi il pregio riconosciuto di essere stato il film più vero sulle corse automobilistiche, infatti, il documentario “The Man & Le Mans rimette in gioco la pellicola cinematografica del film originario, aggiungendo emozioni straordinarie e commuoventi unite al brivido vero, trasmesso da una delle stelle più grandi del cinema statunitense degli anni 70: Steve McQueen.


“La 24 Ore di Le Mans” fu ambientato nel Circuito di Le Mans in Francia durante la 24 Ore del 1970: furono installate delle cineprese su una Porsche 908 iscritta regolarmente alla gara, mentre nel film Steve McQueen guidò una Porsche 917 K ufficiale siglata col n. 20.
Il film fu un fiasco, non piacque al pubblico e tanto meno alla critica, che lo stroncò inesorabilmente e venne ricordato nel tempo dagli amatori ed appassionati, per essere stato uno tra i migliori film in assoluto sulle corse automobilistiche. Steve McQueen avrebbe voluto partecipare veramente alla gara del 1970 come pilota data la sua naturale predisposizione alla guida sportiva, ma i finanziatori del film si opposero categoricamente.
Nel film venne dichiarata ritirata l’auto n. 23, quando la stessa auto vinse realmente la gara de “La 24 Ore di Le Mans” del 1970, inoltre, da ricordare, che per tutta la durata del film Steve McQueen indossa il cronografo svizzero Heuer “Monaco”, che da allora diventerà un vero e proprio oggetto “cult” per appassionati ed intenditori.
Steve McQueen ebbe veramente la passione sfrenata per le corse automobilistiche e le auto, sue infatti furono auto da sogno, ne citiamo alcune: Porsche 356, Porsche 911S, Porsche 917, Porsche 908, Ferrari 512S, Ferrari 250 Lusso Berlinetta, Jaguar D-Type XKSS.
“La 24 Ore di Le Mans” è una gara di automobilismo che oggi si svolge nel “Circuit del la Sarthe” vicino a Le Mans in Francia, gara organizzata dall’A.C.O. Automobile Club de l’Ouest, rappresentando la gara automobilistica più importante del Campionato del Mondo Endurance FIA.
Tutto iniziò nel giugno del 1923 e, ad eccezione del 1936 per ragioni economiche e tra il 1940 e 1948, a causa del II conflitto mondiale e del primo dopoguerra, fu sempre disputata fino ai giorni nostri.
La gara automobilistica inizia alle 16.00 del sabato pomeriggio e termina alla stessa ora della domenica successiva e si svolge lungo un tracciato semipermanente di 13km, che utilizzava in passato anche parte di strade normalmente aperte alla pubblica circolazione, in seguito, per evitare di sfiorare le abitazioni a velocità pazzesche, le parti di normale percorrenza furono sostituite da alcune nuove sezioni, come le curve Porsche, che sostiuirono la via della Maison Blanche. La parte sempre permanente, detta “Circuito Bugatti“, viene utilizzata anche per altre competizioni motoristiche, come ad esempio il Motomondiale. Fino al 1970 i piloti correvano verso l’auto, vi si infilavano dentro e partivano, in seguito ad alcuni incidenti occorsi a piloti involontariamente investiti, dopo 1970 i piloti partirono tutti gia seduti nelle loro auto con le cinture gia allacciate.
La partenza, che dapprima era dal lato della pista, venne successivamente fatta in corsa come già si usava ad Indanapolis e sulla partenza de “Le 24 Ore di Le Mans” c’è una curiosità che riguarda le Porsche ed il motivo per cui hanno l’accensione a sinistra e non a destra: questo permetteva ai piloti di accendere i motori con la mano sinistra e di mettere la marcia con la destra, in modo da permettere alla Porsche in gara di uscire dalla linea di partenza molto più velocemente.
Anni di storia su questa gara automobilistica iniziata negli anni venti e a tutt’oggi ancora presente, per questo ci auguriamo che il documentario “The Man & Le Mans” non renda solo onore e plauso postumi a Steve McQueen, ma che trascini lo spettatore dentro la pellicola regolandogli l’emozione di una gara automobilistica avvincente, basata sulla velocità, ma anche sulla resistenza dell’uomo-pilota, che gli regali la passione ed il ricordo indelebile di aver partecipato, se pur virtualmente, ad una delle gare piu belle del mondo:”La 24 Ore di Le Mans”!!!

Prossimamente vi racconteremo tutto su “La 24 Ore di Le Mans”…..
Continuate a seguirci amici!…

Photo credit & News Source: themanlemans.com |Text: Luciana Zaccaria

Related posts

Post a Comment