Scroll to top

Modelli e Giocattoli d’Epoca per la 62a edizione Borsa Scambio Verona il 13 marzo

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

modelli-giocattoli-d-epoca-62a-edizione-borsa-scambio-verona-13-marzo

Un tuffo nel passato, per riassaporare i divertimenti di una volta e far capire ai più piccoli cosa significa passare il tempo alcuni anni fa. È l’obiettivo della Borsa Scambio Verona Modelli e Giocattoli d’Epoca, giunta nel 2016 alla 62esima edizione. Una storia piuttosto lunga per una fiera che quest’anno si terrà domenica 13 marzo, dalle 10 alle 16, al Centro Congressi Fiera di Verona.

Un appuntamento da non perdere? Sicuramente, e non solo per gli appassionati del genere, dal momento che l’ingresso alla manifestazione è completamente gratuito. Organizzato come in passato dalla prima edizione da Danilo Castellarin noto giornalista in ambito Automotive e sua moglie Manuela , si tratta di un evento incentrato sullo scambio di giocattoli di una volta e d’epoca, treni, bambole e tutto ciò che riguarda il mondo dell’infanzia. Anche modellini di automobili: quale miglior occasione, quindi, per gli appassionati o possessori di auto d’epoca, per andare a caccia del modellino della propria macchina oppure dei modelli di veicoli preferiti.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/01/Richiedi-la-lucidatura-per-la-tua-auto.jpg’ attachment=’14410′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,4097′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Modellini d’epoca del passato, ma non solo

 Un’occasione anche per collezionisti, o semplicemente per fare un regalo ai bambini d’oggi, che stanno pian piano perdendo il piacere di giocare con le automobiline, preferendo i videogiochi che le autovetture permettono di guidarle. Ma per sedere a bordo dei bolidi, specie per i più piccoli, c’è molto tempo, quindi perché non far loro riscoprire, o meglio scoprire, il piacere di divertirsi con dei modellini, riproduzioni fedeli in scala? Un modo come un altro per mantenere il contatto con la tradizione, che è molto importante conservare.

Alla mostra di scambio, dovrebbero essere attesi circa 200 espositori, non solo italiani, ma anche provenienti da tutto il mondo. Sarà quindi possibile girare tra i banchi dei diversi espositori e ammirare giocattoli di qualsiasi tipo, per grandi e piccini. Prodotti in Italia, Europa e nel mondo. Da una parte ci sarà la possibilità per le persone più anziane di emozionarsi di fronte ad alcuni giochi che riportano inevitabilmente alla propria infanzia, e dall’altra la concreta opportunità per i più piccoli di oggi di scoprire qualcosa di più sul mondo dei giocattoli di quando i propri nonni o  i propri genitori erano solo dei bambini. Un’occasione da non perdere per nessuna ragione!
[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit &  Source News & Text: Rosita Corato | Gianluca Anoè
[/av_textblock]

Related posts

Post a Comment