Scroll to top

Multa pagata in ritardo? Se paghi con bonifico attento alla data di accredito

[av_textblock size=” font_color=” color=”] multa-pagata-in-ritardo

Hai pagato la multa con bonifico o carta di credito e te ne hanno notificato una successiva per pagamento in ritardo? Una nuova circolare ministeriale sancisce che la multa sarà considerata pagata solo quando l’accredito è arrivato al destinatario. Eseguire l’operazione entro la scadenza non vale più, bisognerà fare i calcoli sulla base della tempistica tra l’addebito e l’accredito.

Pagare una multa effettuando un bonifico bancario è estremamente comodo, soprattutto oggi che, grazie all’home banking, non è più necessario recarsi in una filiale della propria banca per effettuare l’operazione. In pochi click si accede al conto online e si effettua il pagamento. Molte persone scelgono di pagare così le proprie multe piuttosto che recarsi personalmente presso l’ufficio. Tuttavia, i rischi non mancano e vi spieghiamo quali sono.

E’ stata una circolare del ministero di Alfano a dare la “lieta” notizia. Quando effettuiamo il pagamento della multa attraverso bonifico bancario non è la data di invio, quella dove viene materialmente effettuata l’operazione, a far fede. Bensì quella di arrivo. Come già sappiamo le banche non sono particolarmente tempestive ad accreditare il denaro e possono quindi passare anche 5 giorni. i tempi ovviamente variano da banca a banca, ma anche in base al momento della settimana in cui il bonifico effettivamente viene effettuato.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/02/Vuoi-verniciare-i-tuoi-cerchi.jpg’ attachment=’14897′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3312′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Qual è quindi il problema di base nello scegliere il pagamento della multa per mezzo del bonifico bancario?

Semplicemente che si rischia di sforare il termine massimo e incorrere quindi in pagamenti extra davvero poco piacevoli. Molte persone infatti, per cercare di ottenere uno sconto, decidono di pagare subito la multa. Secondo la legge infatti, se entro 5 giorni viene saldato il debito, si paga il 30% in meno. Niente male. Peccato che, anche pagando il giorno stesso, la banca potrebbe addebitare l’importo oltre questo periodo e di conseguenza, la possibilità di risparmiare quasi il 30% dell’importo va a sfumare. Un nuovo scenario possibile è quello di ricevere una multa ulteriore per il ritardo, nel caso dei sessanta giorni.

60 giorni è il limite di tempo che abbiamo per pagare la multa ricevuta, altrimenti, ulteriore multa per il ritardo. La sanzione economica quindi, se decidiamo di pagare con bonifico o carta di credito attendendo di giungere nella zona off-limit, probabilmente ci aspetta. Si, il pagamento è valido quando i soldi arrivano sul conto corrente non quando il bonifico viene effettuato. Se noi paghiamo il 60esimo giorno, l’accredito viene effettuato dal giorno dopo ma, i soldi arrivano anche 5 giorni dopo sul conto del beneficiario in alcuni casi. Per non parlare poi di effettuare un bonifico di venerdì. Il sabato e la domenica le banche non effettuano accrediti e di conseguenza, fino a lunedì o martedì niente soldi visibili sul conto.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/02/prenota-risparmia-tagliando-auto.jpg’ attachment=’14851′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3429′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] La polizia è dalla parte del cittadino e trova inammissibile il fatto che la persona pur pagando secondo i tempi previsti dalla legge, si trova a essere sanzionata. Tuttavia la circolare parla chiaro e non è possibile per loro aiutare le persone che hanno pagato l’ultimo giorno la multa con bonifico.

La soluzione? Pagare la multa con qualche giorno di anticipo (diciamo una settimana, per dormir sogni tranquilli), oppure recarsi di persona presso l’ufficio di competenza a saldare il debito invece di ricorrere al bonifico bancario. L’ultimo consiglio è quello di informarsi sempre presso la propria banca su quelli che sono i tempi previsti di accredito del denaro inviato. In questo modo non si andrà incontro a brutte sorprese!
[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit &  Source News & Text: Rosita Corato | Claudia Lemmi
[/av_textblock]

Related posts

Post a Comment