Scroll to top

Quando si fa il cambio delle gomme

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

quando-si-fa-il-cambio-gomme

In primavera e in autunno i pneumatici vanno sostituiti con la versione più idonea alla stagione in arrivo, ma esattamente quando  si fa il cambio delle gomme?

Dal 15 aprile al 15 maggio si fa il cambio delle gomme dell’automobile. Il cambio estivo non viene fatto solo nell’armadio di casa. Anche i vostri veicoli devono adattarsi alle esigenze stagionali. Cosa accade se non fate il cambio delle gomme estive? Se venite “colti sul fatto” durante un controllo, dal 15 maggio in poi, rischiate una sanzione amministrativa che va da 419 euro a 1.682 euro. Contemporaneamente al ritiro del libretto di circolazione.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/02/Vuoi-verniciare-i-tuoi-cerchi.jpg’ attachment=’14897′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3312′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”]

E’ proprio necessario fare il cambio delle gomme?

Oggi siamo giustamente un po’ terrorizzati all’idea di metter mano al portafoglio. Molte persone sentono il peso della crisi e ogni spesa extra non viene vista proprio bene. Da una parte diciamo che il cambio delle gomme estate/inverno dovrebbe essere fatto sempre, in modo da avere i pneumatici adatti per affrontare le varie stagioni e i loro climi. Questo almeno per essere in regola con la legge.

Tuttavia è una tipologia particolare di pneumatici che sono vietati dalla normativa, nel periodo estivo. Si tratta delle gomme M+S. Potete scoprire in fretta se questa legge vi interessa perché la dicitura è presente sul lato della gomma. Questo pneumatico è perfetto d’inverno, perché rende l’automobile più sicura anche quando su strada c’è fango e neve. La circolare n.1049 del 17 gennaio 2014 del Ministero del Trasporti però, ne limita la circolazione nei periodi con temperature alte.

Approfondiamo ulteriormente e vediamo che in realtà, non tutti i pneumatici M+S sono soggetti alla normativa. Le gomme da sostituire sono quelle che hanno un indice di velocità inferiore rispetto a quello della carta di circolazione. Quando l’indice è uguale o superiore, l’M+S può circolare tranquillamente anche nel periodo estivo.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/02/riparazione-auto-incidentata.jpg’ attachment=’14904′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,327′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”]

Come “sfuggire” alla normativa senza fare il cambio gomme?

Il pneumatico M+S con indice velocità inferiore rispetto a quella indicata sulla carta di circolazione va cambiato, quello che ha un valore uguale o superiore, va bene anche d’estate. Altrimenti, se tanto le vostre gomme devono essere sostituite a priori, potete approfittarne per scegliere gomme che vanno bene sia d’inverno che d’estate. Le gomme all season. Sono pneumatici 4 stagioni che offrono aderenza su varie condizioni stradali, sia quando l’asfalto è asciutto, sia quando è bagnato. La legge le approva, ma tuttavia essendo un “ibrido”, non riescono a garantire il massimo delle prestazioni.

Il nostro consiglio infatti è quello di cambiare le gomme. Così come noi cambiamo tipologia di vestiti e accessori se fa più o meno caldo, la nostra automobile deve ricevere lo stesso trattamento. Non serve solo per evitare multe spesso molto salate, ma anche incidenti. Le prestazioni migliori ricordatevi che sono date solo dai pneumatici dedicati, sia per quanto riguarda il risparmio che la sicurezza.

Ovviamente va fatta anche la procedura inversa. Il 15 novembre dovete togliere le gomme estive e montare di nuovo quelle invernali. Le gomme estive infatti, su un asfalto bagnato o coperto di neve, non hanno la sufficiente aderenza e il rischio è quello di far del male a voi stessi e le persone che avete intorno.

Ricordatevi una cosa molto importante: se non avete cambiato le gomme estive/invernali e causate un incidente, l’assicurazione molto probabilmente non coprirà i danni. In ogni caso quando arriverà il 15 novembre il momento per il cambio delle ruote, dovete avere anche le catene nel bagagliaio per fronteggiare problemi come nevicate improvvise.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/02/prenota-risparmia-tagliando-auto.jpg’ attachment=’14851′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3429′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Perché esistono le gomme per ogni stagione?

E’ importante approfondire un po’ l’argomento. Abbiamo visto che il cambio delle gomme estive è molto importante per un discorso di sicurezza stradale. Adesso invece, vediamo quali sono i dettagli tecnici. Le gomme invernali sono fatte con un materiale che consente di avere un’aderenza buona anche con asfalto bagnato e temperature molto basse. Servono mescole del battistrada capaci di riscaldarsi e restare quindi flessibili. Una gomma estiva sottoposta a temperature basse, si irrigidisce e non aderisce al terreno.Le gomme estive sono fatte in modo da resistere alle temperature più alte, senza usurarsi. La gomma invernale sull’asfalto caldo invece, tenderebbe a velocizzare il processo. Il ruolo più importante in questa partita è giocato dalla mescola del battistrada. In base al materiale, resiste meglio alle temperature alte o quelle basse.

Non conta solo il cambio delle gomme estive

Ricordatevi che il cambio delle gomme non è un modo studiato a tavolino per farti spendere di più. Come avete appena visto nel paragrafo precedente, vi sono dei motivi pratici per cui una gomma non va bene per l’una o l’altra stagione. La soluzione “migliore” per chi non vuole sottostare a questo cambio di gomme due volte l’anno, è quello di utilizzare i pneumatici 4 stagioni.

In ogni caso è la sicurezza la cosa che conta davvero e quindi, se avete un’auto e volete guidarla, dovete pensare a questo aspetto. Non è importante solo il cambio stagionale delle gomme, ma anche la loro manutenzione. Le gomme usurate possono causare incidenti. Ricordatevi che il limite minimo dello spessore previsto dalla legge è di 1.6 millimetri. Se parliamo di sicurezza invece, i pneumatici vanno cambiati quando lo spessore va sotto i 4 millimetri, così che la loro efficacia sul manto stradale sia sempre al meglio.
[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit &  Source News & Text: Pixabay | Claudia Lemmi
[/av_textblock]

Related posts

Post a Comment