Scroll to top

Scovata intera collezione auto rimasta segreta, confermando la leggenda

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

scovata-intera-collezione-auto-segreta-confermando-la-leggenda

Un’intera collezione auto rimasta per anni segreta, è stata recentemente rinvenuta in una cittadina americana non lontana da Detroit. La collezione appartiene al Detroit Historical Society, museo americano che utilizza il deposito come magazzino privato all’interno del quale riporre al sicuro tutte le auto che periodicamente non vengono esposte all’interno della sede principale.

Da parecchi anni gli appassionati di auto americani erano a conoscenza di una leggenda secondo la quale, all’interno del territorio di Motown, si nascondesse un deposito colmo di alcune delle più importanti e prestigiose auto storiche di tutto il mondo. Proprio pochi giorni fa, come riportato da Boldride, questo deposito è finalmente venuto alla luce: pare che l’intero magazzino segreto sia di proprietà della Detroit Historical Society e che al suo interno siano conservate alcune auto americane introvabili e perfino qualche prototipo mai andato in produzione.

[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/03/restauro-auto-d-epoca-corato-alonso-specializzato-porsche.gif’ attachment=’15110′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3392′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”]

L’inviato di una rivista specializzata in automobili e distribuita negli Stati Uniti ha avuto modo di visitare queste stanze segrete, a patto di mantenere il riserbo circa l’effettiva collocazione del deposito: lo sparuto gruppo di fotografie che sono state diffuse evidenzia come il magazzino in questione abbia dimensioni veramente ragguardevoli e come, all’interno del locale, le auto siano suddivise in gruppi composti ed ordinati.Ogni mezzo è inoltre protetto ed isolato da polvere e sporco mediante l’impiego di un piccolo box consistente in una bolla plastica riempita con aria. Il deposito, dunque, apparterrebbe al Detroit Historical Society, importante museo regolarmente aperto al pubblico che utilizzerebbe il magazzino per la conservazione e per il ricambio delle automobili che periodicamente vengono esposte in pubblico presso la sede principale.

[/av_textblock] [av_gallery ids=’15217,15219,15220,15221,15222′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’5′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’] [av_textblock size=” font_color=” color=”]

Tre pezzi più pregiati dell’incredibile collezione rinvenuta all’interno del deposito di Motown spicca la presenza di una Lincoln Continental Mark V appartenuta a Lee Iacocca: si narra che il primo proprietario di questa vettura abbia seguito personalmente le fasi di montaggio dell’auto, scegliendo tutti i componenti specifici che avrebbero dovuto adornare gli interni della sua daily car. Impressionante è anche una AMC Acer conservata in condizioni eccezionali e che, a quanto si sa, potrebbe addirittura essere il primo esemplare prodotto di questa fortunata quanto originale serie di autovetture. Tra i prototipi, ai quali abbiamo già fatto qualche accenno, spicca la presenza di alcune proposte Ford realizzate per ottemperare al progetto che portò all’introduzione sul mercato della Cougar di seconda generazione e quella di alcuni esercizi stilistici realizzati a partire dal telaio della Cobra CSX.

[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit &  Source News & Text: Boldride | Massimiliano Idonea
[/av_textblock]

Related posts

Post a Comment