Scroll to top

Stuttgart Classics Retro, esposizione d’auto classiche da record

[av_textblock size=” font_color=” color=”] stuttgart-classic-retro-esposizione-dauto-classiche-record

Record su record per la sesta edizione dell’esposizione di Stoccarda ” Stuttgart Classics Retro “. Visitatori in grande crescita, così come gli espositori, su uno spazio espositivo sempre più importante, ampio e fornito. Il successo della manifestazione è ben leggibile nei numeri.

Espositori e venditori dei marchi più importanti e famosi del mondo, più di 800 giornalisti e 90mila visitatori dalla Germania e dall’estero: numeri davvero importanti per l’edizione 2016 della Stuttgart Classics Retro, fiera sull’automobilismo d’epoca tenutasi a Stoccarda, al Trade Fair Centre dal 17 al 20 marzo. Giunta alla 16esima edizione, come negli anni passati ha saputo attirare su di sé l’attenzione di esperti del settore, ma anche di semplici appassionati e curiosi, riuscendo nell’intento di mantenersi tra le esposizioni di auto classiche più importanti a livello europeo. Un successo che sa di conferma, dal momento che già in partenza si conoscevano le cifre importanti a cui sarebbe potuta arrivare l’edizione di quest’anno.
[/av_textblock] [av_image src=’http://www.coratoalonso.it/wp-content/uploads/2016/03/restauro-auto-d-epoca-corato-alonso-specializzato-porsche.gif’ attachment=’15110′ attachment_size=’full’ align=’center’ styling=” hover=’av-hover-grow’ link=’page,3392′ target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Visitatori in costante crescita, boom di espositori

Più di 90mila persone, come detto, non hanno resistito al fascino delle auto d’epoca, sebbene le splendide giornate di sole potessero indurre i più a godere dell’aria aperta, anziché rinchiudersi all’interno di padiglioni fieristici. Nonostante le premesse, però, si è trattato di un’edizione da record, sviluppata su uno spazio espositivo di 125mila metri quadrati, ben più ampio rispetto alle precedenti edizioni, anche quella dell’anno scorso, che aveva già fatto registrare un ampliamento significativo in occasione dell’anniversario dell’esposizione. Tutti gli spazi dedicati alle automobili hanno fatto segnare il sold out più assoluto, con ben 1550 espositori a mettere in mostra i propri gioielli d’epoca.

Obiettivo dell’evento, come dichiarato dall’organizzatore Karl Ulrich Hermann, è stato quello di dare spazio alle automobili di qualsiasi fascia di prezzo, purché di alta qualità. Automobili più o meno rare, quindi, unite, però, da un minimo comun denominatore, indispensabile per rendere di livello una manifestazione fieristica che si propone a livello internazionale. Il successo ed il riscontro di pubblico ha già fatto partire il conto alla rovescia per l’edizione del 2017, che sarà anticipata rispetto a quest’anno e si terrà dal 2 al 5 marzo: le prenotazioni per avere uno stand espositivo, come confermato dal comitato organizzativo, sono già cominciate, e le richieste di informazioni sono davvero numerose.

“La Stuttgart Classics Retro si è assicurata un posto d’onore tra le più importanti esposizioni riservate all’intero mondo delle automobili classiche ed epoca – ha continuato l’organizzatore dell’evento – Si tratta di un grosso stimolo per andare avanti su questa direzione, ed anzi, migliorare la nostra offerta per cercare di consolidare sempre più la nostra posizione di rilievo a livello internazionale. Ci stiamo rafforzando, soprattutto grazie agli espositori, che di anno in anno hanno capito l’importanza e la portata dell’evento, e grazie, naturalmente, ai visitatori, che anno dopo anno hanno cominciato ad aumentare in modo considerevole, garantendoci il giusto tributo per l’impegno profuso nell’organizzazione”.

Il successo sta nei numeri

Il successo dell’evento si riflette anche nel numero di visitatori internazionali, che rispetto al 2015 sono cresciuto nella misura del 13%. È stato molto significativo anche il fatto che il 70% dei visitatori intervistati abbia ammesso di essere possessore di un’auto classica o d’epoca, e che più del 20% abbia manifestato il desiderio o l’interesse di acquistarne una nel breve periodo. Il 45% degli intervistati, invece, ha dichiarato di aver acquistato qualcosa concernente il mondo delle automobili in fiera, con il 7% di questi che avrebbe investito almeno 100mila euro. Numeri di un successo preannunciato, sebbene non in questa misura straordinaria, per una crescita costante, anno dopo anno.
[/av_textblock] [av_textblock size=” font_color=” color=”] Photo credit &  Source News & Text: Retro Classics | Gianluca Anoè
[/av_textblock]

Related posts

Post a Comment