Scroll to top

The Race of Gentleman 2015: l’originalità si sfida in spiaggia

the-race-of-gentleman-2015

Se c’è un evento che, anno per anno, riesce a caratterizzarsi per la sua estrema originalità, questo è senza dubbio The Race of Gentlemen 2015, manifestazione che richiama un numero sempre più corposo di iscrizioni e che sta confermandosi come un appuntamento fisso per gli amanti dello spettacolo incentrato sul mondo delle quattro ruote.

La spiaggia di Wildwoood in America ha fatto anche quest’anno da teatro  all’evento radunando sulla sabbia del litorale un gran numero di Show Car, Hot Road e Motociclette ad elevatissime prestazioni, tutte rigorosamente costruite prima del 1952.

L’ideatore di questo progetto è Mel Schulz, ex musicista Punk Rock che, dopo una vita trascorsa sui palcoscenici di tutto il mondo, ha pensato di cercare nuovi stimoli in un mondo che gli permettesse di poter esprimere appieno il suo amore per i veicoli storici e la sua propensione alla divulgazione di una cultura automobilistica che abbia la pretesa di farsi, per quanto possibile, massiva.

The Race of Gentlemen, dunque, è un raduno sui generis, nel quale le vetture sono protagoniste a tutti i livelli: oltre a posare in mostra statica dinanzi agli occhi compiaciuti di appassionati e di fotografi, infatti, i mezzi che partecipano all’evento sono chiamati anche a sfidarsi in alcune prove di accelerazione, che rendono dinamico e ancor più interessante tutta la manifestazione.

Scopo della gara, ovviamente, non è la mera competizione, quanto il piacere di sfruttare appieno e senza mezze misure la propria auto storica. Gli equipaggi che partecipano alla The Race of Gentlemen, dunque, sono animati dal desiderio di fondare sulla pietra miliare costituita dalla Cultura Automobilistica l’amore per le corse ed il naturale desiderio di divertirsi a bordo del proprio veicolo storico. Poco importa se quest’ultimo si rompe: tutti i presenti hanno senza dubbio un cacciavite e qualche chiave adatta a rimettere in sesto le proprie vetture in quattro e quattr’otto.

Convinto di questa tesi è anche Leah Brenner, studente ventiduenne della Carolina del Nord, vincitore della Made To Race Sweeptakes, che prima delle’evento non ha nascosto la sua gioia per essere stato chiamato a partecipare per la prima volta ad una competizione automobilistica, dichiarando: ‘’non avevo mai partecipato ad un evento del genere e sono molto eccitato all’idea di poter accedere all’area Vip, di essere ormai prossimo a vedere proprio con i miei occhi le bellissime auto che parteciperanno all’evento. Piacerebbe anche a me, un giorno,  possedere un’auto storica tutta mia, ma solo dopo aver concluso i miei studi presso la locale Università di Giurisprudenza’’.

Lo spirito che anima Leah è quello che muove tutti i piloti che hanno partecipato alla The Race of Gentlemen di quest’anno, inizialmente organizzata per il weekend compreso tra il 3 ed il 5 Ottobre e poi posticipata di una settimana  per ragioni meteorologiche.

Alla guida delle incredibili Hot Road  che hanno dato vivacità alle varie fasi previste dalla scaletta dell’evento, c’erano alcuni degli artigiani più famosi e capaci di tutto il  mondo: il criterio che anima tutto l’evento, infatti, è quello di ammirare le auto sulla base della loro ‘’originalità’’.

Naturalmente, però, in questo caso l’originalità suddetta non riguarda la corrispondenza dei dettagli delle vetture presenti agli standard imposti dalla produzione di serie, come avviene invece nella maggior parte degli eventi dedicati alle auto storiche e ambientati in Europa: alla The Race Of Gentlemen “l’originalità” delle vetture è intesa secondo un’accezione più vicina al significato pregnante di questo termine e premia, al contrario, l’estro e la capacità artigiana di ogni singolo allestitore.

L’evento ha chiamato a raccoltaanche una nutrita schiera di pilotesse, tra le quali spiccha la presenza dell’attrice Jessy Combs, di Vicky Sheller e di Brittany Olsen, tutte impegnate a bordo delle loro  auto e motociclette ad elevatissime prestazioni.

Le varie fasi dell’evento sono inoltre state accompagnate dalle esibizioni di numerose Cover Rock Band che si susseguivano sul palco centrale intrattenendo il pubblico per tutta la durata della manifestazione.

Guardate il  video di ” The Race of Gentleman 2015 ” e preparatevi per l’anno prossimo magari vi aspetterà una sfida sulle spiagge del Jersey!

Testo di: Massimiliano Idonea

Please follow and like us:
41
8
11
7
21
5
12

Related posts

Post a Comment