Scroll to top

Trofeo Foresti 2015: la passione corre nel dna

trofeo-foresti-2015-la-passione-corre-nel-dna-corato-alonso

TROFEO FORESTI 2015:  vince Osvaldo Peli con la sua splendida Fiat 508 Balilla ed è un successo di partecipanti!

Vince la Fiat 508S Balilla del 1937, Scuderia Brescia Corse, condotta dall’equipaggio Peli-Donà! Conquista il secondo posto l’equipaggio Colpani-Piona su BMW 328  del 1938, Scuderia Brescia Corse ed al terzo posto si piazza l’equipaggio Ferrari-Ferrari su Bugatti Type 37 del 1927, Scuderia Brescia Corse.

Grande plauso a Pietro e Cesare e Foresti, di 23 e 18 anni, figli di Guido ed Elda che hanno partecipato alla gara di regolarità con la loro Porsche 356 Speedster del 1955 Scuderia Brescia Corse, confermando  la grande passione dei loro genitori per le auto d’epoca e per le Gare di Regolarità: bello ed emozionante vedere questi due giovanissimi coinvolti sia per emozione, che per passione durante la gara!

Ben 111 auto d’epoca di rara bellezza iscritte al ” Trofeo Foresti 2015 “, auto straordinarie come Bugatti Type 37 e 37A del 1927 e del 1928, MG TA del 1936, Lancia Aprilia del 1938, Fiat Balilla 508S del 1934, MG Midget PB del 1935, MG TB del 1939, Amilcar CGSS Sports del 1927, MG TB del 1939, Alfa Romeo 6C 1750 GT del 1930, Fiat Balilla Coppa d’Oro del 1935, Riley Sprite 12/4 del 1936, Fiat Giannini del 1937, BMW 328 del 1938, Lancia Aprilia 238L del 1938, Lancia Ardea del 1949, Siata Gran Sport Coupé del 1952, Triumph TR2 e TR2 Sport, rispettivamente del 1954 e 1955, AC Ace Bristol del 1955, Healey Silverstone del 1949, Porsche 356 A Speedster del 1956, Triumph TR3 del 1957, Porsche 356A T1 del 1957, Jaguar XK120 OTS SE del 1952 e del 1953, MG A del 1956, Fiat Castagna Rovelli Sport Barchetta del 1947, Healey Silverstone del 1950, Siata Daina GS del 1951, Alfa Romeo 1900 del 1952, Porsche 356 A Coupé del 1952, Fiat 1100 Sport Barchetta del 1952, Fiat Laureati Prototipo Sport del 1952, Porsche Pre A S del 1953, MG TD2 del 1953, Austin Healey 100BN1 Sports e 100/4 BN2 del 1955, Lancia Aurelia B24  S del 1955, Alfa Romeo Giulietta Berlina del 1955, MG Magnette ZA del 1956, Mercedes-Benz 190SL del 1957, Alfa romeo Giulietta e Giulietta Spider del 1957, Lancia Appia 2 serie del 1957, Fiat 750 Coupé Vignale del 1961, Porsche 356 B Cabrio del 1960, Ferrari 330GTC del 1967.….sono alcune delle auto presenti al ” Trofeo Foresti 2015 ” e se l’elenco vi sembra lungo, sappiate, che per quanto vi possano sfrecciare davanti agli occhi,  non sarà mai abbastanza, perché la loro straordinaria bellezza, potenza e freschezza lascia unicamente stupiti!

Il “Trofeo Foresti” si è svolto attraverso un percorso articolato con partenza ed arrivo a Pralboino,  toccando località come Cremona, Pontevico, Capriano del Colle, Ghedi, Montichiari, Asola Canneto sull’Oglio. Il pranzo previsto circa a metà gara presso il Museo “Mille Miglia” ha accolto in un contesto appropriato auto e concorrenti, offrendo un ricco buffet  ristoratore prima della frettolosa ripartenza per la seconda ed ultima parte di gara.

Raccolte nel piazzale interno del Museo, queste meravigliose auto sembravano parte di un affresco: un’immagine indimenticabile di rara classe e bellezza d’altri tempi, che, però, ha molto da insegnare in questi tempi!

Come abbiamo ricordato questa Gara di Regolarità di auto d’epoca è alla sua seconda edizione, perché è legata alla tragica scomparsa dei coniugi Guido ed Elda Foresti, scomparsi il 4 gennaio del 2013 sullo stesso Piper precipitato in cui hanno perso la vita anche i coniugi Missoni. I figli Pietro e Cesare con la preziosa collaborazione dell’organizzazione offerta da “Alte Sfere” hanno voluto ricordare i loro genitori indicendo questo Trofeo, perché la passione per le auto d’epoca e le Gare di Regolarità di auto d’epoca erano, anche,  la passione di Guido Foresti, passione che lui aveva trasmesso alla moglie Elda e successivamente anche ai due figli.

Guido amava auto particolari anche difficili da domare, come la sua Bugatti del 1927 ed era un assiduo partecipante a gare importanti come la “Mille Miglia” ed il “Trofeo Nuvolari”. Nelle gare come navigatore al suo fianco c’era Elda, che condivideva con entusiasmo la passione di  Guido, ma anche i due figlio Pietro e Cesare avevano ereditato la passione  del papà nel DNA e lo hanno dimostrato ampiamente anche in questa edizione del “Trofeo Foresti” perché al di là della classifica, hanno dimostrato, se pur giovanissimi, passione, grinta, entusiasmo e coinvolgimento: grazie ragazzi!

GUARDA L’ALBUM COMPLETO del: Trofeo Foresti 2015

[av_button label=’Click GALLERY’ link=’manually,https://www.flickr.com/photos/alonso/albums/72157659932890351′ link_target=” size=’medium’ position=’left’ icon_select=’yes’ icon=’ue80f’ font=’entypo-fontello’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ custom_font=’#ffffff’]

E noi vi aspettiamo  come sempre  attenti alle  nostre prossime news!!!!!

Photo credit: Rosita Corato | Text: Luciana Zaccaria

Related posts

Post a Comment