Scroll to top

category: 1968, 2.0, 911, light ivory, Porsche, T, Targa

1968 Porsche 911 2.0 T targa light ivory

La sfida del restauro: 1968 Porsche 911 2.0 T targa

Il colore originale di Hell Elfenbein 6804, di questo esemplare di Porsche 911 targa T, è stato riapplicato con le stesse metodologie della fabbrica, così come la coibentazione del pianale e il materiale fonoassorbente. Il robusto motore 901/03 non necessitava di interventi particolari, ed è stato soltanto revisionato, mentre gli ammortizzatori Boge originali sono stati restaurati, tenendo i fusti originali, che sono stati riverniciati. Il radiatore dell'olio Behr e le marmitte originali sono stati revisionati e re-installati sulla vettura.

1968-porsche-911-2-0-t-targa-light-ivory-corato-alonso-authentic-porsche-restoration

La tappezzeria è stata poi restaurata con materiali ex-novo, così come l'interno in similpelle e centrale in tessuto. Grazie a questi interventi specialistici, questa bellissima Porsche 911 T targa Serie A del 1968 è pronta ad altri 50 anni di vita sulla strada.

Dal 1968, la Porsche cominciò a denominare i model year della 911 con le lettere dell'alfabeto, cosa che si mantenne fino alla serie W della 993 del 1998, l'ultima delle raffreddate ad aria.

Per la serie A del 1968 furono introdotte le versioni T (Touring), L (Lux) e S (Sport). Con la sola eccezione di quest'ultima, si trattava di un profondo rinnovamento della gamma Porsche, in quanto la T si sostituiva alla 912 a 4 cilindri (che uscirà di produzione l'anno seguente) e la L alla 911 base dell'anno precedente. Tutte erano disponibili sia in versione Targa che Coupè.

In particolar modo, per la versione base, la T, venne studiato un motore appositamente depotenziato, denominato 901/03 capace di 110 cavalli e accoppiato ad un cambio a 4 marce. In particolar modo, il nuovo motore si distingueva per cilindri Biral in ghisa, un minor rapporto di compressione e un albero a gomiti privo di contrappesi.

1968-porsche-911-2-0-t-targa-light-ivory-corato-alonso-authentic-porsche-restoration

Scarica il pdf con la scheda tecnica del Restauro: 1968 Porsche 911 2.0 T targa light ivory >

Clicca qui >  icona pdf

Ciò rendeva la Porsche 911 T meno brillante agli alti regimi, ma grazie al 10% di coppia in più rispetto al motore 901/05 delle altre versioni, risultava più brillante nella ripresa da 1200 giri nella marcia superiore.

La Porsche 911 T fu per molti porschisti il modello più importante, quello più accessibile e quello da usare tutti i giorni in ogni condizione. Non deve stupire quindi che c'è un certo attaccamento verso questa versione della  Porsche 911, amatissima da tanti. In particolar modo, questa T Serie A del 1968 è stata sottoposta ad amorevoli cure che ne hanno ridato lo splendore di quando uscì dalla fabbrica per la prima volta, 50 anni fa.

Sfoglia l'album completo del restauro: 1968 Porsche 911 2.0 T targa light ivory >

Cerchi la Porsche dei tuoi sogni? >

Siamo al tuo fianco per esaudire il tuo desiderio