Scroll to top

Vittoria di Vesco-Guerini al Gran Premio Nuvolari 2016 [GALLERY + VIDEO]

equipaggio-vesco-guerini-su-fiat508-vincono-il-gran-premio-nuvolari

L’equipaggio Vesco-Guerini vincitori del Gran Premio Nuvolari

L’equipaggio Vesco-Guerini su Fiat 508 S Balilla Sport, numero 44, vincono il Gran Premio Nuvolari 2016 con 59 punti di penalità dal secondo.

1050 chilometri, 90 prove cronometrate e 5 prove di media tra sole e pioggia hanno reso ardita la 26ma edizione del Gran Premio Nuvolari. L’equipaggio già 4 volte vincitore del Gran Premio Nuvolari non ha mai arrancato nella sua corsa verso la vittoria. In tutti i 3 giorni la battaglia sul filo dei centesimi ha visto nelle prime posizioni diversi grandi equipaggi a confronto, ma domenica 18 settembre in piazza Sordello a Mantova la bandiera a scacchi ha incoronato il duo Vesco-Guerini vincitori assoluti.

Come ha dichiarato all’arrivo il vincitore Andrea Vesco – “Un successo inseguito con determinazione. Non pensavamo di riuscirci, visto il livello dei concorrenti che ci hanno conteso la vittoria. Una gara che abbiamo vinto grazie ad una seconda tappa ( Forte dei Marmi-Rimini ) strepitosa e mantenendo la concentrazione per gli oltre mille chilometri del percorso”.

La Classifica Finale del Gran Premio Nuvolari 2015

  Num.   Equipaggio            Naz     Scuderia                  Vettura                       Anno         Penalità

 1   44  Vesco-Guerini                     ITA      Registro Fiat Italiano      Fiat 508 S Ballilla Sport     1934             258

2   220 Margiotta-La Chiana        ITA       Volvo Club                           Volvo P120                            1958             317

3   39  Erejomovich-Llanos          RA       La Gran Carrera                 Aston Martin Le Mans       1933             375

4   76  Di Pietra-Di Pietra              ITA       Classic Team Eberhard  Fiat 508C                                 1938             398

5   29  Sisti-Gualandi                       ITA      Classic Team Eberhard   Lancia Aprilia                         1937             430

6   80  Canè-Galliani                       ITA       Loro Piana Classic            Lancia Aprilia                         1938             459

Le 3 Tappe del Gran Premio Nuvolari 2016

1a Tappa: Venerdì 16 settembre  Mantova – Rimini

Sono bastate poche ore del mattino per concludere le verifiche tecniche dei 314 equipaggi iscritti al Gran Premio Nuvolari 2016. La trepidazione e l’emozione si percepisce nel rombo dei motori.  L’agitazione fa borbottare le marmitte a suon di accelerate, come cavalli di pura razza scalpitanti che con i loro zoccoli sollevavano la sabbia dell’arena pronti per scattare.

Sono le ore 11.00 puntuali come un orologio svizzero (sarà Eberhard & co visto che è uno degli sponsor ufficiali del Gran Premio Nuvolari 2016). La gara ha inizio da Piazza Sordello a Mantova. Dove nella piazza della capitale della cultura italiana è accorso un pubblico emozionato e sbalordito. Scesi dalla passerella tra gli applausi della gente, gli equipaggi si dirigono verso il Palazzo Te per le prime prove cronometrate. Alla fine delle prime 7 prove in testa c’é Moceri – Bonetti seguiti da Loperfido – Moretti  e dall’equipaggio siciliano Di Pietra – Di Pietra. I chilometri iniziano a scorre, è il momento del giro di pista a San Martino del Lago con altre prove cronometrate. Il percorso inizia a mettere a dura prova le auto, una Almicar CGS lascia la gara, pazientemente scortata dalla polizia in fase di traino. Dopo la pausa pranzo in centro a Fontevivo (PR) il serpentone si dirige all’autodromo di Varano.

Vi immaginate quanto emozionante può essere entrare in un autodromo con un auto storica?

La libertà che si prova nel poter girare in pista è indescrivibile. Abbassare l’acceleratore e inserire la quinta (sempre che sia presente, in alcuni modelli anteguerra infatti la massima marcia è la terza) è come un’aquila in picchiata verso il suo obbiettivo, la vittoria.

È ora di fare il passo della Cisa e il tempo mette un pizzico di pepe nella gara. Questi bolidi dalle gomme strette sono messe alla prova nei tornati, ma emozionano in oltremodo i loro conducenti. Scodate, derapate fanno da padrone nella salita e discesa del Passo. Le auto sono così sotto pressione che alla fine del sali e scendi, all’altezza di Carrara, la MG dell’equipaggio Patron – Casale trancia il fusello della ruota anteriore sinistra. 500 metri su tre ruote, con il disco che stride sull’asfalto consumandosi, mentre l’auto non vuole fermarsi e il pilota è quasi costretto a rasentare il muretto di destra per fermare la corsa in discesa. Sfortunati per la rottura della ruota ma fortunati per esser riusciti a fermarsi in tempo.

Appena qualche km prima un’altra derapata a causa delle strade scivolose esclude altri due equipaggi top driver Gamberini su Alfa Romeo 6c e Moceri su Fiat 508C berlina.  Anche in questo caso le uniche a riportare danni sono le auto, fortunatamente. La corsa però continua la pioggia non si attenua e le auto d’epoca raggiungono la destinazione, termine della prima tappa: Forte dei Marmi.

2a Tappa: Sabato 17 settembre  Forte dei Marmi – Rimini

La città glamour dell’estate si risveglia con i primi rombi scoppiettanti già alle 6 del mattino. Ma solo alle 7.00 il primo equipaggio Spagnoli-Bolzoni su Fiat 508 Sport Ghia, siglato dal numero 2 di partenza, passa attraverso l’arco del Gran Premio Nuvolari 2016. Via via un fiume in piena di auto storiche di gran pregio partono alla volta di Lucca. Le mura della città toscana fanno da cornice alle prime prove cronometrate. La classifica si ingarbuglia creando ancor più attesa. È la volta di sfilare in piazza dei Miracoli a Pisa, la foto in auto davanti la famosa Torre pendente è un rito e un gran bel ricordo da portare a casa. E’ la volta di Casciana Terme, Volterra fino ad arrivare a Siena. Il sole inizia a scaldare l’aria con ottime temperature tanto che i piloti decidono di togliere le capote  e godersi lo spettacolo a 360 gradi di Piazza del Campo. Dopo un tripudio di applausi il serpentone si dirige verso Arezzo, Città di Castello, Urbino e in fine Rimini per la cena di gala nel “Gran Hotel” in onore di Tazio Nuvolari. Anche la seconda tappa lascia per strada piloti protagonisti finora delle prime righe della classifica provvisoria, come l’equipaggio Loperfido-Moretti su Fiat 1500 che amaramente lascia la gara per rottura del motore.

Vi immaginate che sollecitazioni devono sostenere queste “vecchiette rombanti” ? La gara però ne vale la pena, le auto si ripareranno presto e i piloti ritorneranno al comando più motivati ed entusiasti di prima.

3a Tappa: Domenica 18 settembre  Forte dei Marmi – Rimini

Gli equipaggi dopo una notte rinfrancante, accendono i motori e lasciano alle spalle Rimini e la sua ruota panoramica, faro della bellissima spiaggia romagnola. Si supera Mendola, Cesena, Forli con un’aria fresca e accompagnata da un timido sole.

Giunge poi il momento clou della gara, le prove cronometrate questa volta sono all’interno del mitico autodromo italiano di Imola. L’autodromo dedicato a Enzo e Dino Ferrari, luogo culto della Formula Uno, una pista che ha visto correre i più grandi piloti di tutto il mondo e un circuito che fa parlare ancora di sè. Gli equipaggi respirano l’aria delle vittorie al suo interno, l’anello viene purtroppo percorso solo per un giro. Poi è il momento di dirigersi verso il circuito Ariosteo a Ferrara per poi salire l’argine che porta nella città materna del grande Tazio Nuvolari. Ed  è proprio alle 13.30 che le prime auto giungono in piazza, con le loro carrozze segnate dalle fatiche, alcune solo sporche di fango e fumo d’olio, altre da botte di collisioni avvenute nei 1050 chilometri percorsi.

I sorrisi e la soddisfazione si leggono sulle facce dei partecipanti. Alla fine la gara la vince il migliore ma la soddisfazione di giungere alla termine tra mille peripezie riempie il cuore di tutti quelli che almeno una volta nella vita vivono il Gran Premio Nuvolari.

Magari l’anno prossimo ci serate proprio voi! Si, proprio voi.

P.S. Io ci sarò per raccontarvi come andrà tutta il Gran Premio Nuvolari 2017, quindi non aspettate, seguitemi su Facebook ( lo so ho 5000 amici, limite massimo, ma potete sempre cliccare “Segui”) vi terrò sempre aggiornati e in prima linea nelle gare di regolarità più belle del mondo, come piace a voi!

SFOGLIA L’ALBUM COMPLETO DEL :

Sposta il mouse sulla foto e Premi la freccia ai lati >

https://www.flickr.com/photos/alonso/albums/72157674036320546

 

Please follow and like us:
41
8
11
7
21
5
12

Related posts

Post a Comment